News & References

Installation

A Memphis, installazione RCF travolge il B.B. King's Blues Club

Edison, New Jersey – Quando Nicholas DeLaCruz, fondatore e CEO della High Rise Production (compagnia di produzione specializzata nella commercializzazione, installazione, consulenza e noleggio di apparecchiature AVL, con base a Memphis, Tennessee) ha firmato un accordo con la Beale Street Blues Company (organizzazione che gestisce molti dei locali di musica e intrattenimento nell’area di Memphis), sapeva che tra i primi compiti di cui si sarebbe dovuto occupare ci sarebbe stato quello di rinnovare il sistema audio del prestigioso B.B.King’s Blues Club. “Durante il NAMM avevo ristretto la mia ricerca a circa tre o quattro aziende di prodotti audio, ma l’incontro con Tarik [Solangi, Vice Presidente Sales & Marketing di RCF] ha fatto la differenza,” rivela DeLaCruz.

"I moduli line-array attivi RCF HDL 6-A sono eleganti e non sottraggono nulla dall’atmosfera che si respira nel locale – questi line-array si celano perfettamente nell’ambiente e nell’autenticità del posto"

Dopo l’incontro con Solangi e aver visto ciò che RCF avrebbe potuto offrire al B.B.King's, in termini sia di prestazioni sonore sia di estetica, la decisione è apparsa subito ovvia, stando a quanto dichiarato da DeLaCruz. “La location del B.B.King's di Memphis è fantastica, un posto dall’atmosfera vibrante; è quindi difficile inserire al suo interno un sistema senza correre il rischio di comprometterne l’autenticità,” ammette. “Qui troviamo il buon vecchio Leslie [il prestigioso sistema di altoparlanti rotanti] e un forte motivo di attrazione della gente è la storia che gli sta dietro: quindi come inserire i prodotti di un altro marchio audio che possano armonizzarsi con tutto questo? I moduli line-array attivi RCF HDL 6-A sono eleganti e non sottraggono nulla dall’atmosfera che si respira nel locale – questi line-array si celano perfettamente nell’ambiente e nell’autenticità del posto.” Merita aggiungere il fatto che Jim Reed, Product Specialist di RCF, si sia unito a DeLaCruz per elaborare il progetto del sistema utilizzando i disegni nonché i suggerimenti di Solangi, basati sulla sua precedente visita in loco.
Per chi non lo sapesse, Beale Street – dov’è situato il B.B.King’s – rappresenta probabilmente l’attrazione più visitata del Tennessee e, stando a USA TODAY, verosimilmente una delle strade più iconiche degli Stati Uniti, grazie a una storia che affonda le sue radici nel blues. Ancora oggi, ogni bar e ristorante lungo Beale Street offre musica dal vivo e i tributi alle leggende locali abbondano. Una di queste leggende è B.B. King. Alla fine degli anni ‘40 e all’inizio degli anni ‘50, King è stato parte integrante dell’allora nascente scena blues di Beale Street. "Per me, Beale Street è stato il luogo in cui tutto è cominciato," diceva King al Los Angeles Times in un’intervista del 1994. All’epoca suonava anche in un gruppo che si chiamava proprio Beale Streeters, insieme ad altre future leggende quali Bobby Bland, Johnny Ace e Earl Forrest. Nel 1991, John Elkington – protagonista dello sviluppo immobiliare di Beale Street – arruolò B.B.King per aprire il nuovo locale B.B.King's Blues Club, ora divenuto un’icona. Altri B.B.King’s Blues Club sono poi spuntati in città come Los Angeles e New York, ma quello di Memphis è l’originale.

Per l’installazione al B.B.King's, Solangi ha voluto il coinvolgimento della Innovations Solutions di Memphis. La Innovative Solutions si occupa di progettazione e integrazione di sistemi ed è specializzata nell’incorporare apparati tecnologici all’interno di spazi di pregio. Il titolare Jason Long lavora con RCF già da diversi anni e conferma di aver sempre avuto grande soddisfazione nel rapporto con l’azienda e nell’uso dei suoi prodotti. “Nel nostro lavoro facciamo uso dei line-array HDL e di altri prodotti RCF. Grazie alla facilità di installazione dei prodotti, al feedback positivo dei clienti e al supporto che riceviamo da RCF, lavorare con loro è sempre stata un’esperienza eccellente.”


Solo un’azienda come RCF avrebbe potuto rendere possibile tutto questo, grazie ad una ampia gamma di prodotti scalabili. Con il B.B. King’s si sono davvero superati. Ora è diventato probabilmente il più bel locale della Beale Street.

L’installazione RCF presso il B.B.King’s Blues Club comprende i già citati moduli line-array attivi HDL 6-A, i diffusori attivi multiuso a 2-vie NX 32-A, i subwoofer SUB 9006-AS (collocati al di sotto del palco) e i diffusori passivi a 2-vie M 602 Media Series, usati come unità fill aggiuntive poste in diversi punti della sala. Jason Long afferma che l’installazione è durata appena una giornata di lavoro e tutto il procedimento è stato veloce e senza problemi. “Dopo la sua visita in loco, io e Tarik abbiamo unito le forze,” ricorda. “Come parte dell’installazione abbiamo ricablato i loro rack e siamo riusciti ad eliminare un armadio, restituendo [al B.B. King’s] dello spazio prezioso per il ristorante. In totale il lavoro ha richiesto due giornate, ma i diffusori RCF sono stati in funzione in tutte le sere anche durante l’installazione.”
Long fa notare come i line-array RCF abbiano già fatto un’enorme differenza all’interno del B.B. King’s. “In generale, rispetto a ciò che eravamo in grado di ottenere negli ambienti del B.B. King’s, la chiarezza e la copertura sono drasticamente migliorate,” conferma. “L’HDL 6-A è un modulo che da subito offre un sound eccellente, facile da mettere a punto e in grado di far risparmiare tempo prezioso durante l’installazione e la regolazione.”

Secondo DeLaCruz, anche l’aggiunta dei monitor attivi RCF HD 12-A MK4 ha contribuito al lavoro dei fonici della High Rise, che lavorano nel locale. “Prima, succedeva spesso che i monitor utilizzati nel locale saltassero perché sottoalimentati. Ora non mi devo più preoccupare della potenza di ciascun amplificatore, né di sottoalimentarli o sovralimentarli. Hanno semplicemente già la potenza giusta.” Sia DeLaCruz sia Long concordano anche su come la visuale del palco sia migliorata a seguito dell’installazione RCF. “Ora è possibile vedere il palco da ogni angolazione,” spiega Long. “Il B.B. King’s ha una balconata da dove la visuale era seriamente ostruita dai vecchi diffusori, mentre ora il palco è ben visibile. E l’uso dei monitor da palco HD 12-A MK4 ha decisamente migliorato le cose per le band che si esibiscono.”

“Sono davvero soddisfatto del quadro d’insieme,” dice DeLaCruz. “Quando noi di High Rise abbiamo stretto questa collaborazione con la Beale Street Blues Company, la prima fase è stata quella di riparare le apparecchiature danneggiate. La seconda fase è stata l’acquisizione delle apparecchiature giuste. Mentre la terza fase è stata la messa a punto di tutto quanto. Solo un’azienda come RCF avrebbe potuto rendere possibile tutto questo, grazie ad una ampia gamma di prodotti scalabili. Con il B.B. King’s si sono davvero superati. Ora è diventato probabilmente il più bel locale della Beale Street.”
.