News & References

Event

Il sistema line-array RCF HDL 30-A prova la sua classe 500 metri sotto il livello del suolo

Al concerto della tribute band dei Queen “MerQury” a Merkers, in Turingia (DE), il sistema line-array HDL 30-A di RCF ha dato prova della sua rapidità e facilità di installazione e della capacità di produrre un suono perfetto anche in condizioni estreme. Le “miniere a tema” a Merkers si distinguono per una serie di caratteristiche particolari. Un ex deposito di grandi dimensioni per il sale di potassio a una profondità di 500 metri funge da "sala da concerto". Con la sua forma a tubo (22 metri di larghezza e 15-17 metri di altezza) e con una lunghezza di 250 metri e pareti di nuda roccia, questo spazio presenta davvero diverse sfide a band e tecnici del suono. La band “MerQury” conta una solida base di fan in tutto il mondo, perciò il concerto è andato esaurito settimane prima dell’evento, con grandi aspettative da parte di tutti. Per far fronte a queste sfide, PVS Jena, la ditta incaricata del service, ha utilizzato il sistema line-array attivo a 2-vie HDL 30-A di RCF, da poco implementato nel proprio parco impianti. Altri componenti RCF utilizzati: SUB 9007, SUB 9004, Front Fills TT22-A, Lip Fills TT052-A e 2x2 TT22-A in 2 linee di ritardo. 

Jens Peterlein, Amministratore Delegato di PVS Jena, ha spiegato così la scelta dell’impianto RCF HDL 30-A per questa location particolare: “Il sistema HDL 30-A ci ha fornito un servizio eccellente per questo concerto speciale. Grazie al design compatto, al peso e alle misure contenuti, insoliti in questa gamma, il sistema si è rivelato perfetto per l’occasione e la location. I tempi per l’installazione a Merkers sono brevi, il trasferimento dell’attrezzatura all’interno della cava è molto complesso e richiede una pianificazione estremamente dettagliata: 500 metri con il montacarichi e poi 15 minuti di trasporto sotterraneo fino alla sala eventi, perciò ogni singola mossa deve essere pensata accuratamente. Con lo strumento software RDNet di RCF e il tool di previsione aggiunto alla versione 3.1, siamo in grado di simulare molto bene il sistema in anticipo, di configurarlo con precisione e di installarlo rapidamente: un ulteriore vantaggio decisivo nel funzionamento dal vivo.”

L’obiettivo, nell’installare il sistema di sound reinforcement, era quello di mantenere quanto più silenziosa possibile l’area dietro al podio e al palco e di limitare a 100 metri la diffusione per la location e per il pubblico, tenendo conto ovviamente delle particolari caratteristiche riflettenti dell’ampia cava. Il PA principale era composto da 2x8 moduli HDL 30-A (sospesi), 4 Sub 9007-A (laterali) e 4 Sub 9004-A (centrali). Ciascun sub è stato posizionato in configurazione a cardioide e l'acustica è stata ottimizzata utilizzando un preset pre-programmato. I moduli RCF TT22-A hanno operato come front fill, le 2 unità TT052-A come near fill. Mentre i musicisti della band hanno usato un sistema di monitoraggio in-ear, il cantante e frontman Johnny Zatylny ha preferito due monitor da palco TT25CXA. Anche la configurazione del PA è stata perfetta e sia la band che il cantante sono rimasti entusiasti del suono sul palco. 

A una distanza di 30 e 60 m dal palco, 2x2 diffusori multifunzione TT22-A configurati come linee ritardate hanno fornito un suono omogeneo anche nelle ultime file. Le riflessioni sulla parete posteriore del tunnel scavato nella montagna dovevano essere ridotte al minimo. Secondo Peterlein, la calibrazione del sistema line-array e dei sub con i moduli di ritardo è stata perfetta. Persino le ultime file hanno avuto l'impressione del palco come unica sorgente sonora. “Infatti anche il pubblico in fondo si è trovato immediatamente coinvolto e ha fatto sentire la sua presenza a questo concerto sold-out. Davvero impressionante”, aggiunge Peterlein. Con l’ultima versione del software RDNet, i parametri ambientali di temperatura e umidità possono essere regolati singolarmente.

PVS Jena ha potuto così adeguare il sistema in funzione dei parametri acustici e dei cambiamenti di risposta della location, anche durante l'evento e in tempo reale. PVS Jena ha un’esperienza trentennale nel settore e offre un portfolio completo di tecnologie per impianti luce, audio e palco. La squadra intorno al proprietario Jens Peterlein ha recentemente deciso di dotarsi di un impianto HDL 30-A per ampliare il parco sistemi line-array.
.