Event
Welcome to the Integrated Systems Europe 2012
ISE 2012 will be the largest professional AV and systems integration trade show ever held in Europe, bringing together manufacturers, distributors, integrators, specifiers and technology managers from over 100 countries worldwide.
The ISE Show is taking place at the Amsterdam RAI, NL. The Exhibition is from January 31st to 02nd February 2012.
The key words for this year’s ISE 2012:
See, hear, and touch thousands of innovations from over 750 exhibitors
Meet, greet, and network with new contacts from every link in the industry value chain.
Listen, learn, and share in class-leading conferences and education sessions
Meet and greet with RCF Team at the show and get a chance to hear and see more about the new products, about our innovative technologies and to learn more about the large selection of product ranges and installed sound and commercial audio solutions from RCF.
Come and visit us on Booth 7M180 in HALL 7
See more about the trade show at: www.iseurope.org
Corporate
Through the decades, RCF helped to shape the development of professional speaker and with product lines such as: Art, 4Pro, Acustica, NX, TT + is one of the major players in the audio industry and very popular amongst end users.
RCF is one of the few loudspeakers manufacturers worldwide who has the ability to completely design and manufacture transducers, speaker systems, and amplification, cabinets and control electronics. Three engineering departments – acoustic, electronic and mechanical – work closely together to offer innovative projects with complete control of each detail.
Thanks to the well-known transducers technology RCF has an enormous advantage in developing a complete speaker systems achieving the perfect match between transducers and electronics.
The Art 4 series has taken a step forward with new improved features. The MK II is an improved version of the current Art 4 and features brand new designed ceramic transducers (to replace the neodymium) providing even better punch in the sound and upgraded EQ.
In developing the new drivers we have re-engineered and improved the SPL and dynamics, and reduced the harmonic distortion. The only difference you will notice with the ART4 series is the physics — while the dimensions remain the same, the weight of the enclosures has increased.
With the new Art 4 MK II series we continue our commitment to our customers to constantly improve our product series and always providing the best solution through focus on technology and innovation. This is our trademark and dates back to 1949.
See the Art 4 Series MKII at the NAMM SHOW 2012 at the RCF Booth 6563 - HALL A
Event
The Namm Show will take place in the Anaheim Convention Center, Los Angeles from the 19th until the 22nd January.
Being one of the first trade show of the year 2012 it is a good opportunity for manufacturer to show the latest products range and trends that are going to have an impact on the music and on the audio industry in the coming year.
You will be able to meet the RCF Team to get the chance to discover the new products, learn more about our innovative technologies and solutions we can provide.
Come and visit us on Booth 6563 HALL A
Event
InterBEE in Tokyo, Japan
Recently the InterBEE 2011 was held at Makuhari Messe's International Exhibition Center in Tokyo, Japan. The InterBEE exhibition is recognized as a professional show for audio, video and communications. InterBEE has established itself as an international exhibition showcasing top-level domestic and overseas broadcast, video, audio and lighting equipment as well as peripheral applications and solutions all under one roof.
Inter BEE has developed from a broadcasting equipment show into a comprehensive media exhibition of world-class technology.
The Japanese distributor Ballad exhibited a large selection or RCF products from the broad range of the complete catalogue.
It was a busy show and both staff from Ballad and RCF people had many hands-on demos and talked with many people about the latest product news and RCF technology.
"It was the first time for RCF being at the InterBEE show with so many products like our conference systems, monitor speakers, line array and our very compact near field speakers. Many interested customers came to see us that give me great confidence that also Japan will be a fast growing market for RCF in 2012. The presence of RCF in East Asia is getting better from day to day and the investment into InterBEE of our distributor Ballad was the right decision. We already got many new contacts from the installation market and from rental companies. That's why we will definitely show up at next year's InterBEE”, says Lars Yoshiyama – Sales Manager RCF.
Installation
RCF fa un giro Cosmic dentro Wonderland
No Saints lancia il brand dei nuovi club a Sud di Londra
No Saints, società di eventi nell’ambito del tempo libero, fondata dal precedente capo di Luminar Leisure Stephen Thomas, ha aggiunto il marchio Wonder al suo crescente portfolio dopo aver acquisito quattro nuovi siti nel sud est. Marchio conosciuto rispettivamente come Wonder Lounge, Wonder Land e Wonder Years, il vero concetto nightclub (Wonder Land) ha recentemente aperto il suo primo locale a Sutton, nel Surrey.
Di nuovo responsabile del locale con una capienza di 900 persone che aveva gestito quando si chiamava ancora Liquid, Thomas ha collaborato con la Dakota House of Design (per inserire il tema di Alice nel Paese delle Meraviglie all'interno di un nightclub), mentre Mark Damon della Cosmic Electronics ha riconfermato il lungo rapporto della sua azienda con RCF per fornire una soluzione chiavi in mano di supporto audio.
“abbiamo alle spalle una lunga e positiva esperienza di collaborazione con la RCF”, ha detto, “e così abbiamo sostenuto al 110% l'idea di lavorare con loro a questo progetto perché sappiamo che i loro prodotti sono di qualità elevata e affidabili”.
Mark Damon ha dato a RCF UK un obiettivo impegnativo, cioè di provvedere alla copertura ottimale di due locali Wonder Lounge a livello della galleria e alla grande arena di sotto (conosciuto come “Il Bizarro”).
Occorreva che l'audio fosse ibrido e sufficientemente versatile per produrre non soltanto un elevato impatto in pista ma anche per avere la capacità di sfruttare la modalità live, con un buon parlato e chiarezza vocale adeguati agli spettacoli più diversi, dal burlesque alla commedia, messi in scena sul palco tenda.
I produttori hanno risposto consigliando i componenti più adeguati allo scopo, con curve EQ adatte per ciascuna occasione, memorizzate in tre processori di gestione degli altoparlanti DX4008 4-in/8-out dedicati.
La squadra per le installazioni di Mark Damon si è anche trovata ad affrontare la sfida di riequipaggiare il sistema in un ambiente surreale realizzato dall’interior designer della Dakota House of Design, Terri Naylor, che aveva seguito un abbozzo per soffermarsi sul lato più oscuro di Alice Nel Paese delle Meraviglie, con funghi enormi, orologi contorti e cappelli a cilindro.
Incredibilmente privo di alcun cablaggio, una delle più notevoli imprese della Cosmic è stata quella di incassare quattro subwoofer gemelli S8028 RCF Acustica bass reflex 18” nel mobilio del pavimento preesistente, creando una rete cardioide dietro sei griglie metalliche.
Sopra, a livello della galleria, quattro dei cluster d'angolo RCF di accoppiati recinti 500W di dispersione ristretta 60° x 40° RCF Acustica C5212L a due canali, sono angolati verso il basso sulla pista da ballo mentre, strategicamente posizionati intorno alle parti più periferiche del locale, ci sono 14 speaker Acustica C3110 10'' a due canali e un subwoofer S8015 che provvedono ad un suono pieno, assicurando persino la copertura senza hotspotting.
Otto amplificatori RCF DPS Classe 3000 HD (2 x 1700W RMS / 2 Ohms) sono stati assegnati, quattro per ogni cluster medio-alto e subwoofer S8028, mentre cinque amplificatori di potenza RCF HPS 2500 Class H ( 2 x 1400W RMS / 2 ohms) alimentano gli altoparlanti infill C3110, con un canale che alimenta gli altoparlanti preesistenti sul soffitto del locale.
In fine, per completare la cabina DJ molto specificata, un paio di monitor RCFNX M10-A medio-alto attivi ed un subwoofer ART905-AS attivo forniscono al DJ un suono di riferimento di alta classe.
“Considerata la somma spesa sulla tecnologia, il suono è assolutamente magnifico,” afferma il direttore generale di Wonder Land, Jay Davidson. “E’ di molto superiore ai sistemi degli altri club in cui ho lavorato.” Davidson ha anche lodato la qualità e precisione complessive dell’installazione di Cosmic Electronics.
“Questa tecnologia integrata è capace di fornire un’esperienza unica di suono ed illuminazione ad una nuova generazione di discotecari che non hanno mai provato questo genere di dinamica”.
Stephen Thomas ha poi aggiunto, “No Saints sta compiendo un percorso ben preciso, ed avere gente di talento che capisce bene il mercato dei nightclub rende questo percorso più interessante e più divertente. Wonder Land si tratta di pura evasione dalla realtà. E grazie alla versatilità di questo sistema audio, abbiamo ottenuto quello che ci serviva e anche di più”
Event
Triad Music Festival alimentato da RCF TT+
Il primo Annual Triad Music Festival si è tenuto il 3 settembre 2011 al NewBridge Bank Park aka Greensboro Grasshopper Stadium. Il Festival “For the Love of Music" si è svolto in una sola giornata, come il gran finale dell'estate 2011, con l'obiettivo di essere il più grande concerto di musica all'aperto annuale del suo genere nel Nord Carolina. Con un'attenzione particolare alla musica, alla cultura e alla comunità, il Triad Music Fest ha portato in scena alcuni dei migliori artisti Pop, Rock e Indie offrendo a Greensboro e allo stato del Nord Carolina una nuova esperienza nella diversità.
L'originale festival ha presentato una buona e diversificata formazione di artisti, come il conosciutissimo rapper “Lupe Fiasco”, la rock band “Fuel”, la star country “Lee Brice”, i “New Boyz” i giovani adolescenti dell'Hip Hop, I “Carolina Chocolate Drops”, la cantautrice “Hope”, i rocker indie “Outsight” ed il rock-n-roll e la chitarra degli “The Stones Chiefs”.
Il sistema audio, allestito dalla Rock Quarry Production di Raleigh nel Nord Carolina, era composto da un innovativo line-up RCF TT+ comprensivo di un assortimento di 16 elementi TTL55-A in grande formato nonché di 12 Subwoofer doppi TTS56-A di altissimo livello e da 21 pollici.
“Chiunque resta affascinato dalle capacità del sistema RCF TT”, afferma Jay Holem della Rock Quarry Production.
La Rock Quarry Productions offre attrezzature e servizi per concerti su larga scala, teatro, aziende, luoghi di culto, media, ed eventi sportivi. Il loro staff professionale di designer di produzione, site manager, ingegneri e tecnici assicura che il tuo evento sarà spettacolare. La Rock Quarry Productions ha usato un sistema grande RCF TT+ per molte applicazioni.
Per saperne di più: www.rockquarryproductions.com
Event
TT+ trasmette l’audio al Platinum Legends Hip-Hop and R&B nell'RBC Center
Il 2 dicembre 2011, l'RBC Center, casa degli NHL Carolina Hurricanes e della squadra di pallacanestro maschile “Wolfpack” dell’universita NC State, casa che ha ospitato gli NHL Allstar Game 2011 e numerosi grandi eventi a Raleigh, è stato trasformato nel mondo dell'Hip Hop, della musica R&B e groove leggendaria. Il concerto “The Platinum Legends of Hip Hop and R&B” ha presentato i più grandi pioneri dell'Hip Hop, compresi The Fat Boys, Kurtis Blow, Kool Moe Dee, Christopher Williams, Al B. Sure, Aaron Hall, Doug E. Fresh e molti altri.
Il sistema audio innovativo RCF TT+, fornito dalla Rock Quarry Productions di Raleigh NC, includeva 32 TTL55-A, 8 TTL33-A e 18 subwoofer TTS56-A, tutto controllato dal software di gestione RDNet.
“RCF TT55 non fallisce mai quando si tratta di trasmettere la potenza e performance di cui abbiamo bisogno per coprire persino la più ampia delle sale. Il sistema RDNet ci permette un controllo capillare meraviglioso di tutti gli aspetti del sistema in tempo reale”, afferma Jay Holem della Rock Quarry Productions.
La Rock Quarry Productions offre attrezzature e servizi per concerti su larga scala, teatri, aziende, luoghi di culto, media ed eventi sportivi. Il loro staff professionale di designer di produzione, site manager, ingegneri e tecnici assicura che il tuo evento sarà spettacolare. La Rock Quarry Productions ha utilizzato il sistema grande RCF TT+ per molte applicazioni.
Per saperne di più: www.rockquarryproductions.com
Event
RCF shines among the stars of Russian jazz.
ARIS (RCF distributor, Russia) has presented TTL11A in Moscow famous "Teatr Estrady".
On October, 21-23 ARIS invited all its friends and partners to become a part of two unique events – a demo and a workshop of the TT+ family newcomers active column speaker array system RCF TTL11A, and the extremely compact active loudspeaker TT052-A. The event was held at the VIII International Moscow Festival of Jazz.
During all three days of festival all guests had an opportunity to enjoy the performance of different jazz-bands and well-known artists.
The performance of TTL11A was brilliant as well; both guests and professionals noted it’s authentic, balanced and clear sound.
Event
L’impresa db Sound, rivenditore di prodotti RCF, ha realizzato la sonorizzazione nel “Patio de Armas” del Castello di Niebla, conosciuto per le sue famose rappresentazioni teatrali durante le notti estive.
In particolare è stata realizzata la messa in scena del “Festival Flamenco Condado de Niebla”, riconosciuto in tutta la zona dagli artisti del Flamenco spagnolo, e lo spettacolo dell’ artista pop Kiko Gaviño in occasione delle feste patronali.
La cinta muraria ha una capacità di circa mille persone e per assicurare una sonorizzazione corretta sono stati installati 2 cluster, ciascuno composto da 6 moduli TTL33a e 6 subwoofer TTS28a distribuiti di fronte al palco a distanza di 1,5 metri tra loro.
Per garantire la copertura acustica nelle prime file, sono stati installati sistemi TT08A in funzione di front-fill
Il sistema di monitoraggio era composto da TT22A, TT25A e come side-fill 4PRO4003A con subwoofer ART905-AS
I commenti degli artisti, che lavoravano per la prima volta con sistemi RCF, sono stati molto positivi.
Kiko Gaviño “Uno dei migliori sistemi audio che io abbia mai sentito”
Con questo evento db Sound si posiziona in un gruppo di imprese professionali che offrono qualità nel servizio e nel materiale utilizzato.
Corporate
Ketch Kelly riceverà il primo "Riconoscimento Speciale RCF USA Award" del 2011
Il cliente RCF della prima ora Eric “Ketch” Kelly, del Ferguson Center della Christopher Newport University è il vincitore del premio "RCF USA Special Recognition Award" 2011.
“Ketch Kelly ha fatto molti sforzi per promuovere il marchio RCF negli Stati Uniti - dichiara John Krupa, Direttore vendite di RCF USA - in particolar modo l'assortimento TT+. Con tanta esperienza alle spalle e interessato a provare nuovi prodotti, Kelly ci ha sempre dato feedback preziosi e si è prodigato nelle referenze per RCF; è una fonte rispettata e attendibile nel consigliare con quale sistema sia meglio lavorare. Abbiamo molto apprezzato i suoi sforzi e vorremmo onorare il lavoro di Ketch premiandolo con l'"RCF USA Special Recognition Award" 2011,
RCF incontra Ketch Kelly – che condivide alcune sue esperienze - per parlare del suo ingresso nel mondo dell'audio.
Come hai cominciato ad interessarti al mondo audio e all'ingegneria del suono?
Se non conta quando da adolescente scassavo gli stereo, ho cominciato quando mi sono arruolato e ho prestato servizio prima su una portaerei e poi su un sottomarino nucleare. Sistemi distribuiti così imponenti erano affascinanti. Quandò quell'esperienza finì, un mio caro amico cominciò ad andare in tour come musicista con Bob Marley e Peter Tosh. Ho cominciato come Roadie e ho prestato attenzione ai sistemi che usavamo e a come funzionavano. Venendo dall'esperienza con un sistema del sottomarino nucleare, mi piacevano gli apparati ben costruiti e curati nei dettagli.
Qual è il tuo principale background audio?
Come tecnico audio per il missaggio FOH ho lavorato al Ritz di NYC; ho seguito, con diverse mansioni, i tour di numerose band degli anni '70 e '80 e con Bob Marley, Peter Tosh, Jimmy Cliff. Ho lavorato per un costruttore di hotel e ho realizzato diversi sistemi distribuiti e large club tanto per la musica dal vivo che registrata in tutti gli Stati Uniti. Qui al CNU sono tecnico audio e ho progettato molti nostri sistemi audio video per le sedi del campus. Il Ferguson Center, la Music & Theater Hall, lo Studio Theater e il Gaines Theater come anche la Sala studenti: The Crows Nest.
Quando hai scoperto i prodotti RCF e qual è stata la tua prima esperienza?
Con i driver utilizzati in un'ampia gamma di cabinet; sono rinomati per avere un'ottima performance anche in condizioni d'uso impegnative.
C'é qualcosa di particolare che ti piace nei prodotti RCF, qualcosa che ti abbia colpito mentre li utilizzavi?
Beh, spesso dico che noi siamo tecnici del suono innanzitutto per fare sì che “suoni bene”. Oggi, chiunque può trovare ciò che serve per stabilire se l'attrezzatura che ha “suona bene”. Ho cuffie molto accurate, ma che non vanno bene per ciò che mi servono! La prima volta che abbiamo montato i TT3 è stato per uno show che doveva tenersi quello stesso pomeriggio; quindi li stavamo provando in quel momento. I tecnici del tour mi guardarono e mi dissero “comprali”. Era con me un gruppo di tecnici del suono che ascoltarono un po' e rimasero sbalorditi per come suonava la musica che tutti conosciamo bene e che usiamo per fare il sound check. La profondità del suono è la cosa che mi colpì più di tutte: le immagini in ciascuna traccia e i dettagli mi conquistarono. Ci troviamo in una sala concerto da dove passano centinaia di spettacoli e tutti le più grandi speaker line. Non mi piace parlar male delle attrezzature che non apprezzo io, perché francamente tutti gli speaker moderni sono notevoli; tutto dipende dalle sensazioni che ti trasmettono! La serie TT mi regala un largo sorriso ogni volta che l'ascolto.
Avendo lavorato con l'audio e le installazioni per molti anni, quali sono i principi chiave in base ai quali scegli di lavorare con un determinato sistema?
“C'è quello nuovo e quello rinomato”. Non prenderlo solamente perché è un prodotto che va di moda; attento a dove vanno a finire i tuoi soldi. Detto questo, ovviamente bisogna sempre tenere d'occhio i nuovi prodotti con mente aperta e facendo attenzione anche alle rifiniture. Quella compagnia e quei prodotti saranno ancora sul mercato in futuro? Scegli l'opzione qualità/prezzo migliore e (pensando al) il livello di competenze dell'operatore che la userà ogni giorno. Così suonerà alla grande.
Hai realizzato diverse installazioni in chiesa. Qual è la principale sfida quando decidi quale tipo di speaker e sistemi utilizzare per questo tipo di installazioni?
Non è esattamente così. Ho installato degli organi a canna quando avevo 17 anni e questo mi ha fatto apprezzare l'ambiente acustico di quegli spazi. Ora sto lavorando sul progetto di una cappella qui al campus che ha delle esigenze piuttosto comuni per un teatro, ma insolite in questo caso. Lo spazio deve essere pulito, senza attrezzature in vista, ma quello stesso spazio verrà usato per tutti i tipi di eventi: dall'acustico alle orazioni fino al suono elettronico; quindi per il momento i migliori mi sembrano gli assortimenti Steerable.
Quando fai installazioni in vari luoghi, sale concerto etc, come ti assicuri che i sistemi avranno una performance che si adatterà a quello spazio o a quella stanza?
Innanzitutto, quando il budget lo permette, penso in grande; poi rifletto sul perché viene usato quel luogo. E penso anche a come potrebbe essere utilizzato in futuro. Poi bisogna vedere cosa dice la scienza su quello spazio. L'ultimo pensiero è d'intuito; penso a “se dovessi ascoltarlo per me solo”. L'esperienza ti dice cosa può funzionare.
I prodotti RCF TT+ hanno molti DSP di serie. Qual è la tua esperienza con i DSP per questi grossi sistemi? Pensi possa essere un buon aiuto per creare un perfetto audio?
Mi piacciono i DSP in generale, ma penso ci siano parametri che non devono essere cambiati come ad esempio i punti di crossover. Mi piace poter monitorare livelli e condizioni degli amplificatori, il consumo di potenza etc...Mi piace essere capace di ottenere qualche volta anche gli echi più remoti.
Qual è la più grossa differenza fra i sistemi audio di oggi e quelli con cui hai lavorato cinque anni fa?
La qualità costante dei corni per la riproduzione e il controllo e anche le sezioni di amplificatori di potenza sugli speaker auto-alimentati. Penso che il TT45 sia un ottimo esempio di queste qualità sia sul palco che a distanza ravvicinata. Garantiscono grande chiarezza e controllo, ma suonano a meraviglia, cosa che, in genere, non accade con i monitor da palco che suonano alto. Ricordo che alla fine degli anni '70 c'era il membro di una band che chiedeva più cassa e non c'era niente da fare, le avevamo provate tutte. Infatti, guardando il monitor potevi vederlo saltare ad ogni colpo di cassa e quindi glielo dissi, “quando salta c'è la cassa”. Questo non sarebbe successo con gli speaker che usiamo oggi.
La tecnologia si evolve continuamente, secondo te qual è la prossima decisiva caratterista nel design degli speaker che potrebbe agevolare il lavoro degli ingegneri del suono?
Un maggior controllo steerable digitale da usare tanto quando non vogliamo potenza che quando la vogliamo. Un hardware rigging migliore così che ci siano meno possibilità di incidenti nell'assemblaggio dell'attrezzatura. E forse una scansione laser per mostrare tutta l'area di copertura e non un solo punto.
Quando lavori con le band, hai notato se sono interessate o meno al suono reale sul palco e se, quindi, vogliono assicurarsi che l'audio sia vicino a quello dei dischi?
Essendo un tecnico da studio mi rendo conto che spesso sono concentrati al monitor mix e prestano meno attenzione all'house mix. Si aspettano che tu metta a posto l'audio da studio e qualche volta devi spingere per avere il tempo necessario per intervenire.
Oggi ci sono molte risorse on line per ottenere informazioni su equipaggiamenti, installazioni, nuove tecnologie etc Quali utilizzi per aggiornarti oppure sei tu a mettere a disposizione di altri tecnici audio la tua esperienza?
Uso i siti FOH e SPL che sono aperti e molto aggiornati; sono ottimi per scambiare esperienze sull'attrezzatura e le competenze.
Oggi molti parlano delle sfide da affrontare per fare in modo che il livello dell'audio nei concerti e negli spazi pubblici sia sotto controllo e che si mantenga ai livelli stabiliti dalle varie istituzioni. Hai esperienza con questo, e che ne pensi del fatto di dover lavorare con una serie di regole?
Anche io penso che non ci sia bisogno di fare chiasso come un tempo perché possiamo incanalare la potenza con arrays, DSP e design del cabinet etc C'è un anfiteatro locale che avvisa di non fare troppo rumore e ti arresta se ignori quell'avvertimento. Ho conosciuto, invece, tecnici che usano i livelli SPL contract come una scusa per aggirare le regole e spingere il banco sempre più forte quando si cerca di controllarli. Sono stato, insomma, su entrambi i lati della barricata, ma penso sia necessario usare il buon senso perché se spingi la gente ad esagerare perché tu puoi, allora è giusto che il tuo ego sia corretto con i controlli. Fallo suonare alla grande, onnicompresivo e potente.
Tutti i tecnici audio hanno le loro canzoni prova preferite, tanto per menzionarne una: Donald Fagen´s I.G.Y. Quali canzoni ci sono nel tuo CD test?
One Voice - the Wailin’ Jennys The Hounds of Winter – Sting Seven Bridges Road (live)- Eagles Lisztomania – Phoenix In the Darkest Place – Burt Bacharach& Elvis Costello Maria Rita 1st album Jamie Cullum Jeff Beck Live at Ronnie Scotts
These are a few - I have others Donald Fagen / Steely Dan etc.
Quando RCF ha messo in commercio il sistema TT+, la linea di prodotti era stata progettata grazie a molti input dei tecnici FOH. Visto che hai lavorato con il TT+ ci sono cose nell'impostazione dei prodotti grazie alle quali questi sistemi sono più facili per lavorare rispetto ad altri?
Si, gli interruttori da incasso e le posizioni del connettore sono ben progettate: il rigging va abbastanza bene e mi piacerebbe avere un modo per tenere le “bracket tongues” senza sporcarsi le dita. Sono davvero facili da trovare gli appigli e un rapporto peso potenza fuori dal mondo.
Dal tuo punto di vista, cosa pensi sia importante per i produttori di speaker per mantenere il livello qualitativo e non compromettersi mai?
In una parola, la musicalità. Possiamo realizzare sistemi davvero precisi, ma che hanno bisogno di anima, di cuore. C'è una cosa che dobbiamo ricordare: possiamo essere tecnici, ma siamo anche a buon diritto degli artisti. Non sono d'accordo con alcuni ingegneri che dicono che dobbiamo soltanto riprodurre fedelmente ciò che è sul palco. Direi che dobbiamo sì restare fedeli a ciò che si sta svolgendo sul palco ma dobbiamo mettere tutti noi stessi in quello spettacolo altrimenti basterebbe avere un computer per bilanciare i gain in entrata e inviare quello.
Su quali progetti stai lavorando ora?
La cappella qui al CNU e un ammodernamento al sistema della Sala Concerti al Ferguson Center. Abbiamo appena finto il nostro quarto teatro del Campus (con TT25 e TT45); la scuola ha speso $700,000,000 in nuove attrezzature negli ultimi 12 anni e ne stanzierà altri $500,000,000 per gli anni a venire. E' una scuola pubblica e conta circa 5000 studenti.
Qual è la tua “band da sogno” per l'FOH, e perché?
Ho lavorato con band grandiose e ciascuna di esse ci mette qualcosa di suo. Bob Marley e Petere Tosh rientrano certamente nella categoria “sogno” ed essere ingegnere da studio qui ha permesso di lavorare con un enorme numero di artisti e ingegneri. Ciò detto, penso che tutti I tecnici audio pensino che il loro mix sia il migliore, siamo noti per il non avere opinioni, mai!
Qual è stata, in qualità di spettatore, la tua esperienza di concerto più grande in assoluto?
Lavoro nella maggior parte dei concerti che vedo, così è stato molto tempo fa: Penso a quel grande evento che furono Woodstock e l'era dei Watkins Glenn.
Pagina 33 di 51
— 10 Items per Page
Mostrati 321 - 330 su 509 risultati.