Event
Il vertice del G20 è senza dubbio uno degli eventi principali del calendario politico ed economico mondiale. Il summit più recente, nel settembre 2016, si è svolto ad Hangzhou, in Cina, ed è stato la seconda edizione in un Paese asiatico. Il meeting si è tenuto nel Centro Internazionale Conferenze e Fiere di Hangzhou, di recente costruzione, situato strategicamente in un’area moderna e ben servita di Hangzhou. La vasta e spettacolare area esterna attorno all’edificio è rimasta aperta al pubblico durante i giorni del summit e ha ospitato alcuni show (proiezioni audiovisive) che hanno intrattenuto il fitto pubblico proveniente dall’intera regione del Zhejian e dall’estero.
Gli spettacoli sono stati amplificati con un sistema sonoro di RCF che comprendeva 32 diffusori della Serie P, installati a livello del terreno e sulle pareti esterne dell’edificio. Le principali caratteristiche della Serie P di RCF sono il design coassiale altamente efficiente, l’eccellente intelligibilità e la resistenza alle intemperie. Il direttore generale dell’azienda CD Stage, partner locale di RCF, ha dichiarato: “Siamo molto gratificati dai risultati del progetto. La Serie P di RCF è una linea potente di diffusori a prova d’intemperie che garantiscono una performance affidabile e di elevata qualità. Il suono degli spettacoli audiovisivi è arrivato chiaramente in tutta l’area di copertura e il pubblico è rimasto soddisfatto durante tutte le serate.” CD Stage è un investitore di lunga data nei prodotti di RCF, con diversi progetti di rilievo completati in Cina ogni anno, come la recente realizzazione del teatro della Zhaoqing University a Guangdong.
Installation
Il complesso parrocchiale dello Spirito Santo a Porto Torres (Sassari) comprende una chiesa, sale per diverse attività e un campo sportivo su una superficie totale di oltre 8000 metri. Il complesso è nato nel 2016 per diventare un importante punto di riferimento della comunità locale, con una spesa totale stimata per la sua costruzione pari a circa 2 milioni di euro. La struttura architettonica della chiesa è stata determinante per la scelta dei prodotti di RCF che compongono il sistema audio: l’interno si presenta come un open space di larghezza 36 metri e profondità 16.5 metri (esclusi il coro e la cappella). Fra una parete e l’altra non ci sono punti di installazione e i muri perimetrali costituiscono l’unica zona di ancoraggio possibile. Due colonne RCF VSA2050 sono state installate sulle pareti laterali, più una VSA1250 vicino all’altare a rinforzo delle prime file. Un numero così esiguo di prodotti ha consentito la copertura integrale dell’ampio spazio di 36 metri di larghezza, grazie alla profondità della gittata delle colonne VSA e all’apertura orizzontale di 130°.
VSA di RCF è una linea di diffusori array verticali multiamplificati dotati di un potente DSP per l’elaborazione del segnale audio e il controllo della dispersione verticale, che li rende ideali per installazione fisse negli interni. Un semplice meccanismo di controllo permette di indirizzare il segnale audio verso l’area di ascolto ed evitare di disperdere l’energia acustica verso il soffitto o zone vuote, eliminando così echi e altri effetti che comprometterebbero l’intelligibilità. Grazie alle dimensioni compatte e alla forma piatta, i diffusori risultano discreti e poco ingombranti. Nel caso della chiesa dello Spirito Santo le VSA installate sono del colore standard, ma RCF può fornire i diffusori con tinte RAL personalizzate, allo scopo di minimizzare l’impatto estetico e privilegiare un’armoniosa integrazione all’interno degli ambienti.
Una seconda colonna VSA1250 è dedicata al monitoraggio del coro, situato di fianco all’altare. Nella sagrestia è stato collocato un diffusore compatto a due vie DM 41 per il monitoraggio, mentre la piccola cappella chiusa a lato dell’altare, di dimensioni 7 x 6 metri, è stata rinforzata con una colonna sonora slim-line a due vie CS3082 e l’amplificatore-mixer AM 1064 da 60 W con tre ingressi audio.
L’esterno della chiesa si presenta come un vasto cortile privo di portico e i diffusori scelti per quest’area sono i coassiali a due vie P2110-T, con griglia in alluminio perforato e un rivestimento interno in tessuto impermeabile, montati sulle pareti esterne della chiesa. I diffusori rispettano il grado di protezione IP 55 contro la penetrazione di agenti esterni di natura solida o liquida. “Abbiamo scelto i diffusori della serie P perché sono caricati a tromba, per cui risultano molto efficienti e direttivi in un’area vasta come quella del cortile esterno. Inoltre sono a prova d’intemperie”, precisano gli ingegneri di RCF coinvolti nel progetto.
L’azienda sarda Costec srl di Sassari si è occupata dell’installazione del sistema di rinforzo sonoro nella chiesa dello Spirito Santo. Il titolare Tonino Loi, che aveva già lavorato con RCF per la realizzazione di prestigiosi progetti sull’isola, fra cui il sistema antincendio dell’ospedale Brotzu di Cagliari nel 2007, racconta di quanto siano state veloci l’installazione e la fase di avviamento a Porto Torres e riporta la soddisfazione del committente per i risultati raggiunti. La chiesa è stata inaugurata nel giugno 2016, realizzando un sogno che la comunità parrocchiale aveva cullato per diversi decenni. Alla dedicazione dell’edificio hanno partecipato oltre 1500 fedeli.
Event
Vibration è una delle principali stazioni radio francesi, nata nel 1982 e ascoltata nella maggior parte del Paese. Il Live Vibration Tour è il maggior evento promosso dall’emittente, che coinvolge alcuni degli artisti nazionali più famosi, come Soprano, Black M e Fréro Delavega. L’edizione di quest’anno si è svolta in 5 date a Orléans, Le Mans, Tours Bourges e Blois, fra il 14 e il 24 settembre.
L’azienda rental XCPH è stata incaricata degli aspetti tecnici del tour e ha fornito un sistema audio RCF per il secondo anno di fila. Nel 2015 diversi HDL20-A sono stati utilizzati per coprire una folla di oltre 8000 persone, ma quest’anno Vibration si aspettava una presenza ancora maggiore, perciò XCPH ha suggerito l’uso dell’HDL50-A, la più recente aggiunta alla D Line di RCF.
HDL50-A è un line array attivo a tre vie con amplificatore integrato da 4400 Watt, con 2 woofer da 12’’, 4 midrange simmetrici da 6.5’’ e due driver da 2’’. Per tutte le cinque date del tour il sistema è stato composto da 8 + 8 cabinet HDL50-A come PA principale, più diversi HDL20-A come outfill. Otto SUB 9007-AS in configurazione endfire hanno fornito il rinforzo alle basse frequenze. Il subwoofer attivo ad alta potenza SUB 9007-AS alimentato da un amplificatore digitale da 7200 W è concepito come il compagno perfetto per i line array HDL50-A e HDL20-A. E’ uno dei più potenti subwoofer con due woofer da 21’’ nel campo nel rinforzo sonoro.
Prima dell’inizio del tour, il team di XCPH ha ricevuto un training mirato di due giorni dallo staff di RCF che si è recato in loco per mostrare come utilizzare al meglio il sistema HDL50-A. Il tutto è stato gestito col protocollo brevettato di RCF RDNet e il control rack CR 16-ND, introdotto di recente e progettato per il line array HDL50-A.
Il sound manager di XCPH, Nicolas Fournier, ha dichiarato: “Ci piace molto questo sistema all-inclusive con un cablaggio estremamente semplice. Il rack è molto utile in situazioni dal vivo e la meccanica configurabile permette di creare angoli da 0.2°. Grazie alle meccaniche dal design avanzato è possibile creare il set-up degli angoli quando i moduli sono ancora posizionati nel carrello, prima di metterlo in quota, rendendo ancor più brevi i tempi di montaggio. E’ una praticità senza uguali! Inoltre grazie al supporto del team di RCF abbiamo imparato parecchie cose sull’ampia gamma di possibilità fornita da RDNet.” Anche il control rack CR 16-ND con un processore audio matrix integrato è stato utilizzato per gestire il processamento, l’equalizzazione e il ritardo dei diffusori outfill HDL20-A.
Al Vibration Tour hanno partecipato oltre 50000 persone, con una folla di 22000 partecipanti per l’ultima data del tour a Orléans con la star della musica Fréro Delavega. “Siamo rimasti favorevolmente impressionati dal sistema, che è riuscito a fornire delle performance di alto livello con pochi diffusori e ha mantenuto costante l’intelligibilità anche a 65 metri dal palco!” aggiunge Fournier. “L’HDL50-A è un ottimo investimento fra i line array di grande formato e sarà il nostro investimento target nel 2017.”
Installation
St Gabriel è una scuola cattolica di Austin, Texas, con iscrizioni in aumento anche grazie all’economia locale in crescita. Poiché lo spazio disponibile si è rivelato insufficiente per le necessità attuali, la scuola ha deciso di costruire un nuovo edificio che amplia la struttura esistente e fornisce spazio per aule più grandi, una vasta sala per seminari, una biblioteca, una sala riunioni per insegnanti, una nuova palestra e una cappella. Dopo 14 mesi di lavori, il nuovo edificio è stato inaugurato in maggio 2016.
Ridge AV, un’azienda texana con sede a Cedar Park (www.ridgeav.com), è stata contattata dalla scuola per intervenire sull’integrazione dei sistemi audio e video all’interno dell’ambiente scolastico. Le aspettative erano elevate e complesse, ma allo stesso tempo i sistemi dovevano essere estremamente facili da usare e “user friendly”.
“La loro aula maggiore e la cappella sono fra i progetti più sfidanti che abbiamo affrontato” racconta il direttore di Ridge, Mark Tarbet. “Si tratta di ambienti riccamente ornati e il sistema AV non poteva in alcun modo essere visibile o risaltare. In entrambi gli ambienti i diffusori non potevano neanche essere appesi. L’unico punto d’installazione disponibile erano delle finestre con vetrate dipinte a mano; per rendere il tutto ancora più rischioso, entrambe le vetrate sono state costruite appositamente da artigiani italiani venuti sul luogo per il progetto. Impossibile fare errori o chiedere parti di ricambio!”.
L’aula maggiore può ospitare fino a 175 studenti a sedere ed è usata anche per grandi riunioni. La cappella è di piccole dimensioni, può ospitare fino a 50 persone ed è utilizzata per le messe scolastiche.
Per risolvere il problema del suono in questi due spazi, Ridge ha proposto di utilizzare i diffusori di RCF della serie VSA: si tratta di line array con controllo digitale della direttività, larghi solo 125 mm e programmabili allo scopo di direzionare il suono precisamente verso il pubblico, evitando così riflessioni indesiderate e riverberi che le superfici solide potrebbero creare a scapito dell’intelligibilità.
Nel considerare le VSA come soluzione possibile, Tarbet ha pensato: “Una soluzione vincente potrebbe essere dipingerle dello stesso colore delle colonnine delle finestre e rinforzare i supporti di montaggio. Potremmo montare i diffusori sulle colonnine per mimetizzarli, e poi aggiustare la direttività delle VSA per direzionare il suono dov’è necessario”. La scuola ha acconsentito a portare avanti questa soluzione dopo aver visionato alcuni modelli 3D.
Ridge AV ha collaborato con RCF per trovare il colore giusto, che fosse perfettamente in tinta con la struttura portante in alluminio. Le colonne VSA sono state dipinte della RAL richiesta, mentre i supporti di montaggio personalizzati sono stati realizzati da Ridge AV. Il risultato finale è stato superiore alle aspettative. Dopo l’installazione, Ridge AV ha invitato alcune persone dello staff scolastico che non erano al corrente del nuovo sistema audio a entrare negli spazi dove sono stati installati i prodotti, e ha domandato loro di trovare i diffusori: inizialmente nessuno ci è riuscito ed era esattamente ciò che il cliente sperava. La qualità del suono è eccellente grazie al controllo digitale della direttività. “Siamo riusciti a montare i diffusori piuttosto in alto, per renderli ancor meno visibili, e direzionare il suono esattamente dove volevamo” fa notare Tarbet.
Event
L’azienda service Nitelites, con base a Newcastle, quest’estate ha registrato un’attività da record con la propria dotazione a noleggio di sistemi line array d’alta gamma TT+ (Touring and Theatre) e di line array della D Line di RCF. “Non abbiamo quasi mai avuto diffusori in magazzino per tutta l’estate” ha dichiarato il direttore Andy Magee.
Oltre all’evento di alto profilo Great North Run, dove hanno fornito oltre 280 diffusori, Nitelites ha anche offerto i suoi servizi alla Tall Ships North Sea Regatta. Per quest’occasione sono stati utilizzati 48 TTL55-A, 24 TTS56-A e alcuni TTL33-A, tutti controllati da remoto col software di RCF RDNet mentre la flotta salutava Blyth, Northumberland con una parata a cui hanno assistito migliaia di persone accalcate sul molo per augurare buona fortuna nella gara di Gothenburg, in Svezia.
Nel frattempo i prodotti di RCF erano utilizzati anche al South Tyneside Festival, un’iniziativa di tre mesi con concerti all’aperto, giornate per il divertimento delle famiglie e musica dal vivo, fra cui Alexandra Burke e gli UB40. Il rinforzo sonoro per tutta la stagione è stato fornito da 32 TTL55-A e 18 TTS56-A.
In Scozia, il Midstock Festival che ha ospitato in passato band come The View, The Fratellis, The Hoosiers, Fish, è giunto quest’anno alla terza edizione con The Pigeon Detectives, Reverend & The Makers e Vengaboys. Ad assicurare una copertura perfetta c’erano 24 TTL33-A e 12 sub TTS56-A.
Nitelites era in servizio alla Great North Run. Il famoso evento podistico ha attratto oltre 5000 runners ed è terminato nel famoso Stadio Internazionale Gateshead dove Nitelites aveva collocato 24 TTL33-A e 12 TTS36-A per scaldare l’atmosfera.
L’azienda ha inoltre fornito il rinforzo sonoro per un altro festival musicale di spicco, il Corbridge Festival, con The Coral, Neville Staple Band, Too Many T's, Frankie & The Heartstrings, Mark Morris, Bessie & The Zinc Buckets, Grandmaster Flash, Cortney Dixon e altri. Per l’occasione sono stati impiegati 20 TTL33-A e 10 TTS36-A.
Infine il Sunderland International Airshow, che si tiene sul lungomare di Roker e Seaburn, è il maggior festival gratuito d’Europa, la cui prima edizione risale al 1988. Per questo evento spettacolare Nitelites ha utilizzato 24 TTL33-A e 12 subwoofer TTS56-A per il palco principale, con oltre 3 miglia di copertura di linea da 100 V.
Per concludere, il direttore di Nitelites Andy Magee ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto un ottimo feedback per i nostri sistemi RCF in tutti questi eventi nel corso dell’estate e le performance sono state all’altezza delle aspettative. Nel caso di festival minori, che stanno crescendo ma hanno ancora un budget limitato, RCF si è rivelata perfetta per il rapporto qualità-prezzo che offre.”
Per ciò che riguarda la necessità di rimanere entro i limiti sonori in posti sensibili al rumore, Magee fa notare che RCF offre un eccellente controllo LF: “Il sub TTL36-AS appeso ha un algoritmo per la direttività verticale, perciò non si propaga in aree indesiderate. Il tuning cardioide LF è altamente efficace e non abbiamo mai ricevuto lamentele per l’inquinamento acustico”.
Event
Etichettata come “la più grande mezza maratona del mondo”, la Great North Run (GNR) si è tenuta in Gran Bretagna fra Newcastle-upon-Tyne e South Shields dal 1981 ed è uno degli eventi principali nel calendario del corridore.
Per circa vent’anni il PA e parte dell’infrastruttura tecnica sono stati forniti dall’azienda service locale Nitelites. Poiché l’evento è cresciuto dai 12000 spettatori originali ai 57000 di oggi, anche le sfide logistiche sono aumentate esponenzialmente: comprendono la fornitura di un vasto repertorio di diffusori e la costruzione di infrastrutture ad hoc durante la notte, quando la strada principale che attraversa la città è chiusa.
Jamie Moore, l’amministratore delegato di Nitelites, ha svolto il ruolo di project manager dell’evento organizzato dalla Great Run Company di Brendan Foster. Quest’anno il service ha fornito oltre 280 diffusori di RCF, fra cui 56 x TTL55-A, 24 x TTL33-A, 24 x TTS56-A, 24 x TTS36-A, 12 x TT22-A della serie Touring and Theatre, oltre a una grande quantità di HDL20-A e HDL10-A della serie D Line.
Un altro manager di Nitelites, Andy Magee, ha raccontato che il sistema audio è diventato un elemento fondamentale dell’evento circa dieci anni fa: “E’ stato allora che abbiamo convinto gli organizzatori che avrebbero dovuto migliorare l’impianto da uno con linea distribuita a 100V a un sistema full range”. Oggi questo è diventato un sistema completo line array.
Ha dichiarato che un aspetto particolarmente sfidante è stato scaricare le attrezzature di notte senza illuminazione e caricarle di nuovo entro tre ore dal termine per consentire la riapertura della carreggiata. Oltre a questo, l’attrezzatura utilizzata il giorno prima per le corse di categorie Junior e Mini doveva essere spostata, così come gli otto cluster appesi da quattro HDL20-A utilizzati nella pista di velocità da 200 m per i Great North CityGames, un altro famoso evento parallelo.
Per la Great North Run la maggior parte dell’attività si è concentrata nel miglio attorno alla linea di partenza, dove Nitelites ha anche fornito l’organizzazione, e al traguardo.
A proposito della progettazione del sistema Andy Magee ha dichiarato: “Abbiamo mezza dozzina di autocarri che trasportano i generatori, distributori di corrente e control rack, e abbiamo appeso il PA a bordo di questi autocarri su delle gru, con nove TTL55-A e sei TTS56-A su ogni autocarro”. Più avanti lungo il percorso sono stati posizionati a terra sei stack di TTL33-A, con un tempo di ritardo di circa 4 secondi.
Inoltre sono stati posizionati a terra degli stack da 6 HDL10-A e HDL20-A, rivolti verso il retro, dietro la linea d’inizio. L’intero sistema è alimentato con musica e input dal microfono del presentatore, mentre al traguardo molti degli ingressi sono costituiti da pezzi preregistrati.
Nitelites si è anche collegata con i presentatori in una zona separata, dove hanno posizionato le TT22-A MK II. “Sono ottime per le aree dove la trasmissione è sensibile perché possono essere controllate accuratamente per cinque collegamenti, quindi possiamo spegnerle quando è richiesto”, dicono i portavoce di Nitelites.
In definitiva, Moore e Magee dichiarano che l’azienda è riuscita nuovamente a compiere un’impresa davvero impegnativa. Hanno lodato la crew e in particolare gli ingegneri di sistema, che hanno avuto la responsabilità di progettare il complesso layout dei cavi. “Il sistema di networking di RCF, RDNet, è stato un asset prezioso” hanno concluso. “Abbiamo fatto funzionare la rete su oltre 2000 metri di multi core standard e tutti i diffusori lungo il primo miglio erano in linea con RDNet.”
Corporate
All’inizio di quest’anno RCF ha annunciato l’espansione della famosa serie D Line con il nuovo sistema line array di grande formato HDL50-A ad alta potenza. La prima azienda a ricevere il prodotto negli Stati Uniti è stata la JEM Productions, in Wisconsin.
“Utilizziamo diversi prodotti di RCF per eventi che vanno dalle cinque persone a oltre 15000 e siamo sempre stati in grado di adattare i nostri sistemi per venire incontro alle richieste del momento” ha dichiarato il proprietario della JEM Joe Ellis. “Quando siamo entrati nel mercato dei sistemi di grande formato all’inizio di quest’anno, RCF aveva appena lanciato i nuovi HDL50-A e SUB9007-AS. Abbiamo subito pensato che avrebbero certamente fatto parte del nostro futuro”. JEM si è rivolta a Soundworks Systems (www.soundworkssystems.com), partner di RCF, per coordinare una dimostrazione di prodotto a seguito della quale ha acquistato il sistema.
HDL50-A è un modulo line array attivo a tre vie, progettato specificatamente per grandi eventi, sia indoor che outdoor, ed equipaggiato con due woofer da 12’’, quattro midrange simmetrici da 6.5’’ e due compression drivers ad alta frequenza da 2’’, alimentati da due amplificatori digitali a bordo con RMS di 4400W. Il sistema è completato con il SUB9007-AS, un subwoofer attivo da 6800 W con due woofer da 21’’. JEM Productions è stata fondata nel 2011 con l’obiettivo iniziale di supportare le band locali. All’epoca il proprietario Joe Ellis era un pilota di aerei e l’azienda era un’attività part-time. “Per motivi di salute non posso più volare dal 2012” racconta Ellis. “Da allora inoltre la domanda per i nostri servizi da parte di band e locali è aumentata molto, perciò ci siamo focalizzati a tempo pieno sull’espansione sul mercato.” JEM lavora con clienti in tutto il Wisconsin fornendo audio, luci, organizzazione e trasporto per eventi di diverse dimensioni, da piccoli incontri a festival di più giorni con vari palchi. “Ciò su cui si basa la nostra azienda e ne rende stabile la reputazione come fornitore di prima classe per la riproduzione professionale è l’offerta di sistemi di rinforzo sonoro raffinati e dall’audio cristallino” aggiunge Ellis parlando della filosofia aziendale.
Oltre alla qualità del suono, un altro motivo per cui JEM Productions ha scelto RCF è la qualità del supporto al cliente. “Un fattore critico per il nostro successo è la capacità di fornire un’assistenza completa ai nostri prodotti, che si tratti di un sistema molto piccolo o di grandi dimensioni” spiega Ellis. “L’ottima rete di supporto di RCF che abbiamo alle spalle è un elemento davvero decisivo.”
Uno dei primi concerti con HDL50-A e SUB9007-AS è stato quello di Francesca Bettinelli, sei volte vincitrice del Dove Award, che si è esibita in un concerto all’aperto all’evento Thrivent Celebrates Hope nel centro di Wausau, Wisconsin. Per il supporto in loco RCF ha inviato appositamente un Product Specialist. “Si tratta di una sede sfidante dal punto di vista acustico. Quest’artista nominata ai Grammy ha offerto un concerto gratuito per un’audience da record” puntualizza Ellis. “Il supporto di RCF per la gestione del sistema è esattamente ciò che ci permette di mantenere la reputazione di un partner su cui i nostri clienti possono sempre contare per superare le loro aspettative.”
Uno dei principali eventi dove la JEM ha utilizzato il sistema è stato il festival di tre giorni Sub Octave Music, in Minnesota. L’evento ha ospitato oltre 40 band di vari generi, dalla dance al rock, per un weekend di campeggio, musica e arte. “Poiché siamo stati fra i primi negli Stati Uniti ad acquistare l’HDL50-A, abbiamo rischiato di non avere abbastanza diffusori in giacenza per questo grande festival” ha detto Ellis. “RCF è stata fantastica e ci ha inviato dei diffusori aggiuntivi e carrelli di trasporto che ci sono serviti per poter fare il lavoro”. Per il festival, JEM aveva due array appesi da 8 HDL50-A più 12 SUB9007-AS, oltre ad alcuni modelli addizionali (HDL20-A, NX12-SMA e altri diffusori minori).
Installation
Finland’s new Imatra Stadium, located in the Ukonniemi recreation area of the city, is described “as an international standard baseball-, ski-, roller ski- and biathlon stadium” with a web of cross-country snow ski trails connected to the facility.
By relocating the former baseball stadium from the city centre and combining it with the ice rink (and the other winter sports pursuits), the city of Imatra has set a high benchmark. And with many different world-class events scheduled to take place here, a cutting edge communication infrastructure — with both state of the art audio and visual components — was essential to reflect this.
A tender document was prepared by AV consultancy, Ramboll and electrical contractors, Etec Automation enlisted the help of technology specialists Audico Systems, as according to their project manager Ilkka Hilden, the AV requirement was extremely challenging.
The contracts were split into sound and video, and to meet the audio requirements Hilden specified 30 RCF P-series wide dispersion two-way coaxial weatherproof loudspeakers.
The product selection, Hilden said, had been relatively straightforward. “We had been using RCF P-series for many outdoor applications and knew that they are capable of handling high output and producing very high quality sound. As we are situated in Finland, and the weather conditions are quite harsh, it is a very demanding environment for speakers, and so we specified P3115-T for the audience areas and P6215 for the field, as the distances are bigger.”
Henry Tapiola, from the Stadium’s development company, Imatra YH, had foreseen the difficulty in providing even sound coverage for a pair of uniform size football pitches, and both covered and uncovered seating, which would be expandable when needed. And the biggest challenge faced by Ilkka Hilden and his team, as would be expected, was finding the best way to achieve optimum intelligibility throughout the large stadium. “Also, because the speakers had to be placed in so many different locations, the delay settings had to be carefully considered. We then had to make the whole system easy to use by non-AV specialists.”
Audico faced challenging time scales, since the installation had to be completed and commissioned in time to host a major skiing championship. “We were not sure whether we could get the speakers fast enough and I have to pay major respect to RCF — as those guys must have been working extra hours to make sure we got the speakers just in time!”
Summarising the elements of the fit-out that gave him most satisfaction, Ilkka Hilden says, “The best part of the project was to have designed a system that perfectly suits the stadium, and which the customer finds extremely easy to operate.
“The level of clarity and intelligibility from the public address system is extremely good and we have received lots of excellent feedback from it.”
Henry Tapiola also confirmed that he had received nothing but positive feedback from visitors. "The sound is perfect for the audience in every corner of the stadium and across the entire site. Both the speech and music stand out thanks to these very modern speakers and the sound is in a different class to that which external sports facilities have previously been accustomed to previously.”
Installation
23 piani, 190 camere e suite, 760 mq di sale attrezzate per riunioni e meeting, 3 bar, 3 ristoranti, una moderna spa, il tutto in una posizione privilegiata nel centro della capitale: il Plaza Hotel, la nuova struttura a 5 stelle a Tirana, in Albania, è senz’altro una delle più ambite dei Balcani. Il moderno grattacielo inaugurato nel 2016 ospita turisti e persone in viaggio d’affari, ma è anche una scelta ambita per lussuose cerimonie, sontuosi rinfreschi e meeting. Il Plaza Hotel, infatti, ha a disposizione ben quattro sale conferenze, di cui una, la Queen Geraldine, può ospitare fino a 350 persone.
Ogni dettaglio del nuovo hotel è stato sviluppato con particolare cura. L’impianto di allarme vocale e diffusione musicale, progettato da RCF e installato dall’azienda locale Al Vision, non fa eccezione. Diverse personalizzazioni ad hoc sono state inserite su richiesta del cliente nel contesto del nuovo hotel, fra cui anche un applicativo di controllo del sistema per iPad.
La pietra angolare dell’impianto è il sistema a matrice digitale DXT9000. Certificato in accordo alla norma EN54-16, permette la distribuzione della musica di intrattenimento, dei comunicati vocali da console microfoniche e dei messaggi automatici di evacuazione. Il sistema è stato suddiviso in 12 zone e strutturato in modo tale da permettere una gestione dinamica e pienamente versatile della musica di sottofondo, area per area: sale conferenza, lounge bar, corridoi, uffici, camere, parcheggi, spa, palestre e così via.
L’interfaccia per il controllo della musica di sottofondo è un applicativo per iPad configurato dall’Engineering Team di RCF appositamente per il cliente. “Il funzionamento è davvero semplice,” ci raccontano gli ingegneri che si sono occupati della configurazione. “In qualsiasi area dell’hotel è possibile intervenire sul sistema grazie alla copertura wifi integrale. Selezionata la zona su cui intervenire, l’utente può decidere se abilitare o disabilitare la diffusione musicale, regolarne il volume, selezionare la sorgente d’ascolto e così via. Ma non solo: sono state implementate anche ulteriori funzionalità addizionali, che permettono la gestione avanzata di “room-combining” delle sale conferenza: ognuna è divisa in più settori utilizzabili singolarmente o combinabili dinamicamente a seconda delle esigenze della clientela e del tipo di evento.” Inoltre, in aggiunta alle fonti sonore generali, è possibile trasmettere il programma musicale del lounge bar in tutte le aree dell’hotel, incluse meeting rooms, come da esplicita richiesta del cliente. Anche grazie all’uso dell’interfaccia su iPad, la massima versatilità è assicurata per tutte le esigenze degli ospiti. Nel lounge bar e nelle due sale conferenza principali sono stati installati i monitor della Serie Q di RCF allo scopo di massimizzare la qualità acustica in armonia con il design degli interni.
Le funzionalità di allarme vocale sono assicurate dai messaggi automatici di evacuazione residenti su memoria diagnosticata e dalle console microfoniche BM9804, BM9804FM, con estensioni BE9808, certificate in accordo alla norma EN54-16 e con sorveglianza integrale del percorso critico del segnale.
L’intero impianto è centralizzato nella stanza tecnica dell’hotel e contenuto in tre armadi rack. Oltre alla matrice digitale MU9186, il sistema comprende amplificatori multicanale UP9504, UP9502, UP9501 utilizzati a seconda delle zone di copertura e certificati anch’essi in accordo allo standard EN54-16. Completano il sistema diffusori PL68EN, DU50EN e BD5EN certificati secondo lo standard EN54-24.
Event
From 27th to 30th September the security and fire prevention industry will be gathered at the Security Essen trade fair.
RCF will be part of the Security Essen show with new products and innovative technologies. Visitors will have the possibility to discover our latest evacuation system and speakers at Hall 3, Stand A 43.
Explore RCF’s EN54-compliant products here or visit the Security Essen website here.
We look forward to meeting you! The RCF Team
Pagina 12 di 46
— 10 Items per Page
Mostrati 111 - 120 su 457 risultati.