Event
From 27th to 30th September the security and fire prevention industry will be gathered at the Security Essen trade fair.
RCF will be part of the Security Essen show with new products and innovative technologies. Visitors will have the possibility to discover our latest evacuation system and speakers at Hall 3, Stand A 43.
Explore RCF’s EN54-compliant products here or visit the Security Essen website here.
We look forward to meeting you! The RCF Team
Installation
E’ stato inaugurato nel cuore di Torino il centro sanitario nato da un’idea di Juventus e Santa Clara Group: J Medical è una struttura all’avanguardia di oltre 3500 metri quadrati, in grado di fornire assistenza sanitaria di alto livello agli atleti del club bianconero e all’intera cittadinanza. La sede del centro è dotata di 19 ambulatori, 2 palestre, piscine e spazi attrezzati per la fisioterapia e la riabilitazione.
L’impianto di evacuazione e trasmissione di musica di sottofondo dell’intero edificio è stato fornito dall’azienda locale SIELT con prodotti RCF. Nel 2011 RCF aveva sonorizzato lo Juventus Stadium, con un progetto d’installazione audio innovativo e personalizzato, ma questa volta i prodotti utilizzati sono quelli della linea EVAC: sistemi audio per il controllo, la gestione e la diffusione di musica e annunci, anche di evacuazione ed emergenza, con controlli e segnalazioni a norma EN 60849.
I prodotti scelti per J Medical fanno parte della linea di RCF DXT 9000: un sistema distribuito in cui ogni componente, diffusori inclusi, ha un proprio indirizzo fisico e può essere monitorato secondo gli standard EN54. Al centro J Medical il sistema multizona è gestito dall’unità master MX 9504 collegata all’amplificatore UP 9504, che consente l’espansione del sistema per arrivare a creare le 8 zone da 125 W in cui è stato suddiviso il centro sanitario.
L’impianto include 3 console microfoniche BM 9804, una per ogni reception, dotate di pulsantiere addizionali BE 9808. I diffusori scelti sono i modelli PL 68 EN (plafoniera con fondello in acciaio antifiamma) e DU 60 EN (diffusore ad alta intelligibilità), installati in tutte le aree dell’edificio di J Medical. Tutti i prodotti menzionati sono di RCF.
SIELT lavora con RCF dagli anni Ottanta e ha ormai un rapporto di fiducia con l’azienda emiliana, che ha fornito il suo supporto per la messa in servizio. Il sistema è utilizzato sia per l’evacuazione che per gli annunci; in alcune zone, come le sale d’attesa, è stata inserita la musica di sottofondo.
Anche la committenza ha espresso la sua soddisfazione per i risultati ottenuti e l’alta qualità dei prodotti certificati. Il centro J Medical è stato inaugurato in marzo e prevede un afflusso stimato di diverse decine di migliaia di pazienti all’anno.
Event
I New Edition, considerati una delle più grandi band R&B, hanno iniziato il tour 2016. I sei membri originali sono di nuovo on the road a circa 40 anni dalla formazione della band. La produzione del tour è gestita dalla Atlanta AV, della Georgia, con l’assistenza della Alpha Productions di Raleigh, in North Carolina.
Per il tour si sono affidati a un sistema RCF TT+ che include 32 moduli TTL55-A a tre vie, più 12 moduli TTL33-A a tre vie per gli outfill e 18 subwoofer TTS56-A da 21’’, in configurazione cardioide per un migliore controllo delle basse frequenze. La squadra di supporto di RCF ha fornito l’assistenza durante una data al Barclay Center di New York con i New Edition e Babyface. “Siamo felici di poter assistere Atlanta AV, che è uno dei nostri partner di più lunga data per il touring, in una delle sale concerti principali degli Stati Uniti” commentano i rappresentanti locali di RCF. “E’ stata un’opportunità importante per RCF e apprezziamo molto la possibilità di supportare questi musicisti leggendari.”
Gli ingegneri dell’azienda italiana si sono occupati del setup, del design e dell’elaborazione del sistema. Con 18 moduli TTS56-A posizionati in sei cluster da tre ognuno, in configurazione cardioide per coprire perfettamente l’ampia arena, hanno tenuto lontane le basse frequenze dal palco. I New Edition sono diventati famosi nei primi anni Ottanta durante l’onda delle boyband con hit come “Candy Girl”, “Cool It Now” e “Mr. Telephone Man”. Il gruppo si è sciolto negli anni Novanta e i membri hanno iniziato delle carriere da solista e altri progetti, fra cui Bell Biv De Voe e Heads of State. Si sono riuniti nel 2011. Il tour continua fino alla fine dell’estate.
Corporate
RCF ha annunciato la nomina di SigNET Ltd, leader nel settore della comunicazione audio d’emergenza (allarme vocale), come Distributore Specializzato nel Regno Unito per il sistema di evacuazione d’emergenza DXT 3000.
Oltre al DXT 3000 (a norma EN 54-16), SigNET sarà anche in grado di offrire i prodotti certificati EN 54 della linea Allarme Vocale nel mercato di Allarme Antincendio e Sistemi di Sicurezza del Regno Unito. Sono stati esposti per la prima volta allo stand G140 di FIREX International 2016 in giugno a Londra.
Il sistema DXT 3000 integra l’amplificazione, il controllo, il routing, il monitoraggio di linea e la fornitura di corrente in un’unità compatta a parete per applicazioni per zone singole o multiple. Sono disponibili anche un microfono a muro d’emergenza, una console microfonica da tavolo e una pulsantiera addizionale.
I rappresentanti locali di RCF hanno dichiarato: “SigNET è nota per la fornitura di sistemi di Allarme Antincendio e Allarme Vocale e ha un considerevole vantaggio in questo mercato strategico. SigNET offrirà una distribuzione capillare e un’eccellente infrastruttura di supporto per RCF nel Regno Unito.”
Il manager delle vendite di SigNET, Tremayne Crossley, ha confermato e ha aggiunto: “SigNET ha un’esperienza considerevole nella fornitura e nell’assistenza di sistemi di Allarme Vocale, da punti vendita con una sola area di evacuazione fino ad aeroporti con oltre 200 zone. Siamo molto entusiasti di quest’esperienza e convinti che il design innovativo e il prezzo competitivo del DXT 3000 ci permetteranno di fornire al mercato di Allarme Antincendio una soluzione d’allarme semplice, efficace e pienamente conforme alle norme in vigore.”
Installation
A nove anni dalla sua scomparsa, Luciano Pavarotti continua ad attirare migliaia di fan e ammiratori. La residenza modenese del Maestro, trasformata in Casa Museo e inaugurata in occasione dell’Expo 2015, è diventata un progetto permanente, entrando a far parte delle attrazioni culturali e artistiche del territorio emiliano.
L’antica villa in Stradello Nava a Santa Maria di Mugnano (MO) rappresenta una parte importante della vita del grande tenore e contiene un vasto repertorio di oggetti personali, ricordi e abiti di scena a cui Pavarotti era particolarmente affezionato. All’interno delle stanze dove il Maestro trascorse gli ultimi anni vengono anche proiettati foto e video inediti, che costituiscono un’opportunità preziosa per conoscere da vicino l’eredità artistica e umana del grande tenore.
La qualità dell’impianto sonoro riveste un’importanza fondamentale nel contesto della Casa Museo. La cura dell’audio negli interni della villa è stata affidata a Willy Gubellini, specialista del suono che si era già occupato di tutte le edizioni del Pavarotti & Friends. Sotto la sua direzione nella Casa Museo sono stati installati gli studio monitor della serie Ayra e i sistemi portatili a due vie EVOX di RCF.
“Abbiamo utilizzato due sistemi EVOX 5 per le sale in cui vengono proiettati inediti e spezzoni della vita del maestro”, racconta Willy “Si tratta di un sistema portatile compatto a due vie, con cinque driver da 2’’ e un woofer da 10’’. In caso di necessità possono essere spostate facilmente. Un altro importante motivo che ne ha suggerito la scelta è di essere state progettate per riprodurre le frequenze della voce con particolare cura e precisione, ottenendo una riproduzione eccellente delle opere cantate da Luciano Pavarotti.”
Gli studio monitor della serie Ayra sono stati installati in varie stanze della Casa-Museo e la loro posizione ottimizza la migliore copertura audio, minimizzando l’impatto visivo. Sono state scelte otto unità di Ayra 5 e Ayra 4, le più piccole della serie, insieme a due subwoofer attivi Ayra 10. Racconta Willy Gubellini: “I monitor da studio Ayra permettono un ascolto ad alta precisione su tutte le frequenze; l’uso dei sub ha dato maggior corpo alle frequenze basse. In questo modo siamo riusciti ad ottenere una qualità audio eccezionale, pari a quella di uno studio di registrazione.”
Event
Una folla di oltre 10’000 amanti della musica elettronica si è riunita nella città di Vechta, in Germania, per la prima edizione del festival elettronico “Tante Mia tanzt”, “Il Ballo della zia Mia”. Organizzato dall’agenzia plus2event, il festival è stato ideato come un evento veramente speciale, con una line-up zeppa di star, un palco dal design unico, effetti speciali sbalorditivi e un rinforzo sonoro di prima qualità per tutte le aree, firmato RCF.
Le aspettative ambiziose dell’organizzatore sono state raggiunte, com’è dimostrato dalle opinioni entusiastiche dei presenti al festival. La line-up eccezionale – con artisti top come i Lost Frequencies, vincitori del premio Eco, i belgi Headhunterz e il collettivo statunitense Chainsmokers – ha fatto la sua parte per stupire la folla, così come il palco principale, che è stato strutturato come una grande radio portatile. Questo design unico è il prodotto più stupefacente del lavoro di Thomas Wernikowski e del suo team creativo; la loro rigorosa attenzione al dettaglio poteva essere notata ovunque durante il festival.
La squadra di Acoustic Sound ha portato avanti il supporto tecnico con grande maestria. Il fornitore dei servizi audio ha scelto un sistema RCF da poco lanciato sul mercato. Il palco principale, chiamato “Il Giardino Danzante di zia Mia”, è stato equipaggiato con due set da 12 line array attivi a tre vie HDL50-A e 18 subwoofer da 21’’ SUB 9007-AS in cluster appaiati. E’ stata la prima volta che questo tipo di impianto è stato allestito in Germania. I moduli array attivi a due vie TTP5-A della serie Touring & Theatre di RCF sono stati utilizzati come in-fills, mentre il front-fill è stato fornito dai line array TTL33-A in stack.
La tenda del festival, battezzata “L’atrio di zia Mia”, è stata sonorizzata con doppi cluster di TTL6-A di RCF, un altro diffusore attivo a tre vie introdotto di recente sul mercato. I line array TTL33-A sono stati usati come rinforzo per i TTL6-A. Sei stack da due subwoofer da 21’’ TTS56-A hanno coperto egregiamente le basse frequenze.
Ai DJ è stato fornito un sistema di monitor composto da TT25-SMA e TTP5-A, della stessa serie di RCF. Gli artisti si sono espressi con grandi elogi nei confronti delle performance del sistema; anche il suono chiaro e potente nell’area del pubblico ha ricevuto apprezzamenti entusiastici.
Visita il sito di HDL50-A: http://hdl50a.rcf.it/
Event
Quando le 8 migliori squadre della Esports Championship Series 1, la più importante competizione di videogiochi della Gran Bretagna, si sono riunite per la finale all’arena SSE a Wembley davanti a una folla di giocatori entusiasti, l’azienda di produzione audio Nitelites ha dovuto affrontare uno dei lavori più sfidanti e insoliti della propria carriera. Fortunatamente l’azienda aveva da poco acquisito il sistema attivo di RCF TTL55-A, aumentando così il proprio vasto repertorio di sistemi del produttore italiano. Dopo i recenti successi sui vari palchi del recente festival musicale We Are FSTVL, era pronta a utilizzare il sistema nel famoso stadio di Londra.
Il direttore di Nitelites Andy Magee racconta che la possibilità di regolare automaticamente il potente sistema a tre vie è stata esclusa non appena l’impianto ha ricevuto la diretta del gioco di guerra Counter Strike. “Il sistema di RCF è così potente, che se non avessimo usato una compressione forte, saremmo stati inchiodati alla parete col rumore di una sparatoria,” racconta. “Nonostante ciò, il transiente del sistema per suoni come le sparatorie violente è stato incredibile.”
Un’altra sfida è stata gestire il modo insolito in cui l’arena SSE è stata strutturata per accomodare una vasta zona con una cinquantina di computer, un’area per il riscaldamento e una batteria di telecronisti con microfoni da testa. Questa struttura ha reso impossibile appendere i moduli laterali, perciò il sistema principale sinistro e destro ha dovuto coprire tutto, fino al fondo dell’auditorium situato a 50 metri, includendo anche gli spettatori più fuori asse – un’impresa nella quale è riuscito egregiamente nell’arco dei 3 giorni.
Con Mike Platt al mixer front-of-house, Nitelites ha progettato il sistema basato su 16 elementi TTL55-A per lato con sei bassi TTL36-A appesi per un’estensione delle basse frequenze. “Ha funzionato benissimo nel trasmettere il realismo delle sparatorie e ha portato la gamma di frequenze sotto i 30Hz con le varie esplosioni”. Una parte dello stock di TTL33-A di Nitelites è stata utilizzata come infills.
L’area dei telecronisti era in comunicazione con i presentatori fra il pubblico, che davano la schiena al sistema principale. Mike Platt racconta: “Mano a mano che il pubblico diventava sempre più rumoroso, ho avuto la necessità di aumentare di circa 12 dB l’audio dei telecronisti e ho potuto farlo senza feedback di alcun genere.” In generale il sistema ha funzionato senza equalizzazione, eccetto un paio di filtri shelving. “Ho aggiustato l’equalizzazione del sistema al timbro del microfono dei presentatori”, racconta. “Sono rimasto impressionato dal livello di controllo che ho potuto ottenere sul sistema.” L’impianto di Nitelites è stato in grado di soddisfare i giocatori nelle cabine insonorizzate sul palco grazie ai sub laterali in configurazione cardioide inversa. Il sistema comprendeva 12 subwoofer TTS56-A da 21’’, impilati ai due lati del palco, con due elementi per lato girati al contrario per cancellare le basse frequenze estreme che venivano trasmesse verso le cabine insonorizzate sul palco.
Infine, ha dichiarato Andy Magee, avere il protocollo brevettato di RCF RDNet ha rappresentato un altro vantaggio. “E’ stato fantastico poter avere vari preset per diverse distanze di proiezione e così via, e siamo stati in grado di utilizzare l’equalizzatore incluso, le impostazioni di delay e cardioidi.” Oltre al sistema audio esemplare, Nitelites ha anche fornito i servizi di montaggio del palco e più di 200 punti luce per l’evento.
Andy Magee ha concluso: “Questo evento ha fatto fare un ottimo allenamento al sistema e l’impatto prodotto dai TTL55-A e dai bassi TTL36-A è stato incredibile. Il sistema si è mostrato essere altamente qualificato per il lavoro e sta già dimostrando di essere stato un saggio investimento.” L’azienda è stata così occupata che ben 288 moduli di RCF sono stati fuori dal magazzino in un’unica giornata, per essere utilizzati in vari eventi.
Event
Il 1 giugno è partito il tour estivo di Francesco De Gregori con una data davvero speciale: un concerto gratuito nel cuore del suggestivo centro storico di Correggio, che ha attratto fan di tutte le età riempiendo l’intero corso Mazzini.
L’impianto sonoro utilizzato è stato il line array attivo di RCF TTL55-A, con due line array left e right da 8 moduli. I fratelli Gustavo e Roberto Ferretti della rental company Piano e Forte di Novellara (Reggio Emilia), che ha curato l’audio della serata, commentano: “Il TTL55-A offre performance di altissimo livello sia al chiuso che all’aperto. E’ potente, chiaro, facilmente installabile, molto efficiente e ha permesso una configurazione snella grazie al processore integrato e al cablaggio ridotto, rendendo semplice il set up qui a Correggio.” Per il rinforzo delle basse frequenze sono state utilizzate 8 unità del subwoofer attivo TTS56-A, con woofer in neodimio da 21 pollici. Dotato di due amplificatori da 3400 W l’uno, il TTS56-A è estremamente potente e ha riprodotto le basse frequenze senza distorsione né rumore in tutta l’ampia area del centro di Correggio. Il tempo instabile non ha costituito un ostacolo né per l’affluenza del pubblico, né per l’utilizzo dell’impianto audio scelto, grazie all’accurata progettazione e realizzazione dei prodotti Touring and Theatre di RCF, che sono dotati di cabinet altamente resistenti e adatti per grandi concerti all’aperto.
La data di Correggio è stata la prima del tour estivo di De Gregori intitolato “De Gregori canta Bob Dylan – Amore e Furto”. Il cantautore romano ha regalato al pubblico un’esecuzione da brivido di alcuni dei brani più noti del suo repertorio, da La Donna Cannone a Pablo, da Rimmel a La Storia e molti altri, oltre a traduzioni italiane dei brani di Bob Dylan, tratte dal suo ultimo lavoro. La pioggia di applausi, l’entusiasmo e le richieste di bis hanno confermato il grande successo della serata. Fra il pubblico c’era anche un ospite d’onore che si è goduto lo spettacolo affacciato da una finestra di corso Mazzini: Luciano Ligabue. Anche il rocker emiliano utilizza già da alcuni anni il sistema all’avanguardia TTL55-A di RCF, che è l’impianto di riferimento per tutti i suoi live, compreso il concerto da record dello scorso settembre al Campo Volo di Reggio Emilia.
Event
La stazione radiofonica Radio Subasio ha compiuto 40 anni e ha scelto RCF per la festa-concerto organizzata per l’occasione in piazza del Duomo a Perugia. Circa 120’000 persone provenienti da tutto lo stivale hanno partecipato alla celebrazione in grande stile del 14 maggio nel capoluogo umbro, sede della storica emittente. Per il “Compleanno Spettacolare” la piazza del Duomo è stata trasformata in arena concerti, con un cast che ha incluso alcune fra le star italiane più amate, per un evento davvero unico e senza precedenti che ha richiesto uno sforzo organizzativo particolare anche da parte del Comune e degli enti pubblici. Sul palco della festa di Radio Subasio si sono esibiti, fra gli altri, Alessandra Amoroso, Max Pezzali, Tiromancino, Francesco Renga, Fiorella Mannoia, Roberto Vecchioni, Zero Assoluto, Ron e Alex Britti.
La buona riuscita tecnica del compleanno di Radio Subasio è stata supportata dalla rental company Piano e Forte dei fratelli Gustavo e Roberto Ferretti di Novellara (Reggio Emilia). Il sistema audio di RCF è stato accuratamente progettato per garantire una copertura omogenea all’intera piazza e all’adiacente corso Vannucci, incluso nell’area del concerto; i prodotti scelti fanno parte della linea Touring and Theatre di RCF, che propone soluzioni ad altissima definizione sonora, la stessa utilizzata per Ligabue e Vasco Rossi.
Raccontano Gustavo e Roberto Ferretti: “Abbiamo da poco investito nell’eccellente line array TTL55-A di RCF e siamo molto soddisfatti. Il TTL55-A ci permette di servire al meglio occasioni di questo genere, ampliando così la nostra presenza sul mercato e rafforzando il nostro brand nel settore dei tour in grandi arene ed eventi dal vivo di notevole portata”.
Il sistema audio del “Compleanno Spettacolare” di Radio Subasio includeva 2 cluster da 12 unità di TTL55-A, left e right. Il rinforzo delle basse frequenze è stato fornito da 14 unità di subwoofer attivi ad alta potenza TTS56-A, a terra. Alla copertura extra side hanno provveduto 4 unità di TTL33-A (modulo line array attivo a tre vie) in stack. Inoltre quattro torri delay con TTL55-A e TTL33-A localizzate strategicamente in vari punti di corso Vannucci hanno consentito di ascoltare il concerto in alta definizione anche al pubblico che non è riuscito a raggiungere piazza del Duomo. Infine, anche per il monitoraggio sul palco sono stati usati i prodotti della stessa serie di RCF: 9 unità di stage monitor coassiali TT25-SMA e TT25-CXA.
Le voci e la musica degli artisti invitati hanno regalato una serata unica al folto pubblico e all’intera città di Perugia. Fra i momenti clou della serata ci sono stati la presentazione dei nuovi singoli di Max Pezzali e Francesco Renga e le splendide coreografie di video-mapping sulla facciata della Cattedrale di San Lorenzo, su una superficie di circa 1000 metri quadri. Un’affluenza da record, la direzione creativa di alto livello di Andrea Camporesi della Free Event Entertainment & Production e la tecnologia audio all’avanguardia di RCF hanno suggellato il successo del “Compleanno Spettacolare” dell’emittente radiofonica. Non ci resta che augurare cento di questi giorni a Radio Subasio!
Installation
Lo stadio Kingspan, sede dell’Ulster Rugby (una delle quattro squadre professionali di rugby irlandesi), ha terminato la ristrutturazione della propria struttura a Belfast, nell’Irlanda del Nord. La costruzione di tre nuovi stand al coperto è stata progettata in aggiunta all’esistente stand VIP. E’ stato anche realizzato un nuovo sistema di annuncio ed evacuazione firmato RCF, collegato a un allarme antincendio, realizzando un’infrastruttura di comunicazione a norma BS5839.
L’integratore MGA Communication ha collaborato con l’Engineering Support Group di RCF per progettare la miglior soluzione possibile, vincendo la gara d’appalto per fornire una rete integrata di allarme vocale e comunicazione. Il sistema di trasmissione sonora e di evacuazione d’emergenza DXT 7000 di RCF è stato selezionato per gli spalti principali, i corridoi, le aree di circolazione della folla, i bagni, i privé aziendali, le sale riunioni e le aree bar.
Per i tre nuovi stand sono stati utilizzati i diffusori a due vie coassiali impermeabili RCF P 3115-T, con grado di protezione IP 55. Sei cluster da 2 diffusori sono stati installati sulla tribuna principale; ogni cluster fornisce una dispersione verticale di 120° (90° orizzontale). Altri quattro cluster da due P 3115-T sono sospesi sotto il tetto del Memorial Stand e del Family Stand, dietro i pali della porta.
La struttura di sostegno per tutti i cluster è stata fabbricata da MGA, con un supporto di sicurezza costituito da un sistema di catenarie in acciaio inox.
Gerald McKeown di MGA ha dichiarato che la soluzione di RCF è stata scelta per la sua abilità di soddisfare diversi criteri-chiave, come il grado di protezione IP necessario, e perché fornisce il livello richiesto di dispersione, potenza e risposta in frequenza.
I diffusori sulle tribune esterne sono regolabili al fine di ottenere una piena copertura della stessa con un calo netto di 4 dB sul campo di gioco, come richiesto, e un’ottima uniformità garantita dalla sovrapposizione dei cluster adiacenti. Tutte queste caratteristiche erano state identificate in precedenza con il modello EASE.
Il manager dello stadio Kingspan, David Boyd, ha dichiarato: “Il nuovo sistema sonoro si è rivelato perfetto in termini di performance e anche l’intelligibilità del parlato è decisamente migliorata. In precedenza avevamo un sistema PA separato dal sistema d’allarme, che non permetteva la trasmissione automatica di istruzioni di evacuazione nel caso di attivazione dell’allarme antincendio.”
“Ora tutti gli stand sono collegati al PA. Questo ci consente grande flessibilità, perché è importante che ogni stand possa essere attivato separatamente” ha aggiunto.
La stanza di controllo è nel Family Stand e gestisce quattro rack (uno per stand), con le linee dati e di controllo collegate da rame e fibre antincendio, per uno stadio che ora può ospitare 18’150 persone.
Gli atri sono coperti dalle plafoniere di RCF PL 70EN, dai diffusori universali DU 50EN e dai diffusori P 3115-T usati per le tribune. I proiettori di suono resistenti alle intemperie della serie DP di RCF trasmettono le informazioni per chi entra ed esce dal campo. Per l’amplificazione del sistema è stata utilizzata la serie UP 8000 di RCF, ad alta efficienza, di classe D.
Per concludere Gerald McKeown dichiara: “Con RCF abbiamo un’ottima relazione. Ci hanno fornito un grande supporto sia per lo stadio dell’Ulster Rugby, che per il precedente progetto del centro acquatico e ricreativo Bangor Aurora. Siamo estremamente soddisfatti anche dei prodotti: in questo caso c’erano ben 40 o 50 parti del sistema che dovevano essere a norma e RCF è riuscita a soddisfare tutti i requisiti.”
Pagina 16 di 49
— 10 Items per Page
Mostrati 151 - 160 su 488 risultati.